Attività finanziabili

Servizi di formazione e consulenza finalizzati all’introduzione delle tecnologie di cui agli allegati A e B della legge 11 dicembre 2016, n. 232 e s.m.i. inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi e, specificamente (Elenco 1):
• Soluzioni per la manifattura avanzata
• Manifattura additiva
• Soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa del e nell’ambiente reale (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D)
• Simulazione
• Integrazione verticale e orizzontale
• Industrial Internet e IoT
• Cloud
• Cybersicurezza e business continuity
• Big data e analytics
• Soluzioni tecnologiche digitali di filiera finalizzate all’ottimizzazione della gestione della supply chain e della gestione delle relazioni con i diversi attori (es. sistemi che abilitano soluzioni di Drop Shipping, di “azzeramento di magazzino” e di “just in time”)
• Software, piattaforme e applicazioni digitali per la gestione e il coordinamento della logistica con elevate caratteristiche di integrazione delle attività di servizio (comunicazione intra-impresa, impresa-campo con integrazione telematica dei dispositivi on-field e dei dispositivi mobili, rilevazione telematica di prestazioni e guasti dei dispositivi on-field; incluse attività connesse a sistemi informativi e gestionali – ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, etc.- e progettazione ed utilizzo di tecnologie di tracciamento RFID, barcode, ecc)

– Elenco 2: utilizzo di altre tecnologie digitali propedeutiche o complementari a quelle previste al precedente, limitatamente ai servizi di consulenza e secondo quanto previsto nel “Piano di innovazione digitale dell’impresa” (report di autovalutazione sulle competenze digitali dell’impresa)
• Sistemi di e-commerce
• Sistemi di pagamento mobile e/o via Internet e fatturazione elettronica
• Sistemi EDI, electronic data interchange
• Geolocalizzazione
• Tecnologie per l’in-store customer experience
• System integration applicata all’automazione dei processi

Beneficiari
PMI con sede legale o unità locale all’interno dell’area della Camera di commercio di Venezia e Rovigo

Agevolazione
Il contributo ammonta al 70% a fondo perduto.
Investimento minimo: €5.000,00
Importo contributo massimo: €10.000,00 (corrispondente ad una spesa massima di €14.260,00 + Iva)
Concessione dell’aiuto in regime “de minimis”.

Fornitori ammessi
Ai fini del Bando, l’impresa dovrà avvalersi esclusivamente di uno o più fornitori tra i seguenti:
· Centri di ricerca e trasferimento tecnologico, Competence center di cui al Piano Industria 4.0, parchi scientifici e tecnologici, centri per l’innovazione, Tecnopoli, cluster tecnologici ed altre strutture per il trasferimento tecnologico, accreditati o riconosciuti da normative o atti amministrativi regionali o nazionali;
· Incubatori certificati e incubatori regionali accreditati;
· FABLAB (http://fab.cba.mit.edu/about/charter/);
· Centri di trasferimento tecnologico su tematiche Industria 4.0 come definiti dal D.M. 22 maggio 2017 (MiSE);
· Start-up innovative e PMI innovative
· Ulteriori fornitori a condizione che essi abbiano realizzato nell’ultimo triennio almeno tre attività per servizi di consulenza alle imprese nell’ambito delle tecnologie elencate sopra;
· Relativamente ai soli servizi di formazione, agenzie formative accreditate dalle Regioni, Università e Scuole di Alta formazione riconosciute dal MIUR, Istituti Tecnici Superiori.

Tempistiche
Bando aperto dal 24/04/2019 e fino al 15/07/2019, assegnazione a Graduatoria redatta da apposita commissione.
Spese ammesse dal 01/01/20019 e rendicontazione delle spese da eseguirsi entro e non oltre il 31/12/2019