Sono stati stanziati dall’INAIL circa 65 milioni di euro (di cui 6,8 per il Veneto) per favorire l’acquisto di nuovi macchinari ed attrezzature di lavoro caratterizzati da soluzioni innovative, allo scopo di abbattere le emissioni inquinanti, conseguire la riduzione del livello di rumorosità o del rischio infortunistico o di quello derivante dallo svolgimento di operazioni manuali.

Beneficiari: Possono presentare domanda le micro e piccole imprese, operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli, iscritte nella sezione speciale (Imprenditori agricoli, Coltivatori diretti, Imprese agricole) del Registro delle Imprese o all’Albo delle società cooperative di lavoro agricolo. Le imprese inoltre devono essere assoggettate e in regola con gli obblighi assicurativi e contributivi di cui al Documento unico di regolarità contributiva.

Contributo: il contributo è del 40% della spesa ammissibile (elevato al 50% in caso di impresa agricola “giovanile”- fino a 40 anni compiuti), fino ad un massimo di 60.000 euro.

Spese ammissibili: è ammissibile l’acquisto di massimo due beni non usati componibili nel seguente modo:

  • 1 trattore agricolo o forestale e 1 macchina agricola o forestale dotata o meno di motore proprio;
  • 1 macchina agricola o forestale dotata di motore proprio e 1 macchina agricola o forestale non dotata di motore proprio;
  • 2 macchine agricole o forestali non dotate di motore proprio.

I progetti devono comportare il miglioramento del rendimento/sostenibilità oppure l’abbattimento delle emissioni inquinanti, e al contempo ridurre almeno un fattore di rischio (sostituzione di trattore/macchina obsoleta e pericolosa, riduzione rischio rumore, meccanizzazione di operazioni manuali).

 

Quando presentare domanda? Le domande si possono presentare fino al 24 settembre. Successivamente è previsto il click day e le risorse saranno assegnate in base all’ordine cronologico di presentazione.