La Regione Veneto ha pubblicato un bando per favorire l’occupazione dei giovani lavoratori nelle imprese, colpite dalla pandemia Covid-19.

Lo stanziamento è di 10 milioni di euro.

Il bonus massimo ottenibile è di 30.000 euro per soggetto richiedente.

Possono presentare la domanda sia le PMI sia i lavoratori autonomi, con sede operativa e legale in Veneto.

Sono incentivabili le NUOVE ASSUNZIONI e le TRASFORMAZIONI.

 

LE NUOVE ASSUNZIONI

Possono accedere al bando i datori di lavoro che nel periodo compreso tra il 1 febbraio 2020 ed il 31 ottobre 2020 hanno sottoscritto con il destinatario (il lavoratore):

  • un contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato full time, anche di somministrazione, e di apprendistato professionalizzante (ammesso solo l’apprendistato professionalizzante);

oppure

  • un contratto di lavoro subordinato a tempo determinato full time, della durata di almeno 12 mesi.

 

LE TRASFORMAZIONI

Sono incentivabili le trasformazioni contrattuali a tempo indeterminato full time, di personale già operativo presso il datore di lavoro richiedente sulla base delle seguenti tipologie di contratti:

  • lavoro subordinato a tempo determinato;
  • lavoro intermittente a tempo determinato o indeterminato;
  • contratto di apprendistato professionalizzante.

La trasformazione del rapporto di lavoro deve essere stipulata nel periodo compreso nel periodo tra il 1 febbraio 2020 ed il 31 ottobre 2020.

 

CARATTERISTICHE DEI LAVORATORI

I lavoratori devono essere giovani, residenti o domiciliati nel territorio del Veneto, che al momento della stipula del contratto abbiano età compresa tra i 18 e i 35 anni compiuti che:

  • in caso di nuove assunzioni, siano nello stato di DISOCCUPAZIONE
  • in caso di trasformazioni, siano dipendenti dell’impresa.

Non sono agevolabili rapporti di lavoro con persone licenziate nei 6 mesi precedenti dall’azienda (o da un’azienda del medesimo gruppo) oppure già state dipendenti dell’azienda (o di un’azienda del medesimo gruppo), o con persone che si trovano in rapporto di parentela o coniugio con il datore di lavoro.

 

IMPORTO DELL’AGEVOLAZIONE

L’ammontare del contributo è definito sulla base della tipologia di contratto stipulato e in considerazione della tipologia di destinatari:

TIPOLOGIA DESTINATARIO TIPOLOGIA DI RAPPORTO DI LAVORO STIPULATO IMPORTO
Donne subordinato a tempo indeterminato full time

oppure

trasformazione contrattuale a tempo indeterminato full time

6.000 €
subordinato a tempo determinato full time di durata pari a almeno 12 mesi 4.000 €
Uomini subordinato a tempo indeterminato full time

oppure

trasformazione contrattuale a tempo indeterminato full time

5.000 €
subordinato a tempo determinato full time di durata pari a almeno 12 mesi 3.000 €

 

 

INCREMENTO OCCUPAZIONALE: il Bonus potrà essere riconosciuto a condizione che la nuova assunzione o la trasformazione contrattuale rappresenti un incremento occupazionale netto della forza lavoro mediamente occupata calcolato in ULA (Unità Lavorative Annue).

L’impresa beneficiaria deve dichiarare l’impegno a non licenziare il destinatario finale/lavoratore nei 12  mesi successivi alla data di assunzione o trasformazione del rapporto di lavoro. Il datore di lavoro inoltre non deve avere in atto sospensioni dal lavoro connesse ad una  crisi  o  riorganizzazione  aziendale,  salvi  i  casi  in  cui  l’assunzione,  la trasformazione   o   la   somministrazione   siano   finalizzate   all’assunzione   di lavoratori  inquadrati  ad  un  livello  diverso  da  quello  posseduto  dai  lavoratori sospesi o da impiegare in diverse unità produttive.

 

PRESENTAZIONE DOMANDE

Le domande si possono presentare dal 28 luglio al 27 agosto (primo sportello).

L’ordine cronologico di presentazione non è un criterio di selezione delle domande, poiché saranno privilegiate le domande che, rispetto alla media dello sportello:

  1. riguardano un numero maggiore di contratti a tempo indeterminato,
  2. riguardano un numero maggiore di Bonus (nuove assunzioni o trasformazioni)
  3. riguardano soggetti richiedenti che presentano un maggiore incremento occupazionale netto.