Sono stati confermati gli elementi principali delle edizioni precedenti: percentuali di contributo, importi dei finanziamenti e ambiti ammissibili.

I destinatari  sono le imprese, anche individuali, iscritte alla CCIAA, ad esclusione delle micro e piccole imprese agricole operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli; queste ultime destinatarie dell’iniziativa ISI Agricoltura 2019-2020.

I progetti potranno rientrare in questi 4 assi:

Asse 1.1 Progetti di investimento e

Asse 1.2 Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale

Asse 2: Progetti per la  rischio da movimentazione manuale di carichi (MMC)

Asse 3: Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto

 Asse 4 Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività: Pesca (codice Ateco A03.1) e Fabbricazione di mobili (codice Ateco C31)

 

 

Nell’ambito dell’Asse 1 potranno essere ammissibili i progetti di investimento finalizzati alla riduzione del:

  • rischio chimico
  • rischio rumore mediante la realizzazione di interventi ambientali
  • rischio rumore mediante la sostituzione di trattori agricoli o forestali e di macchine
  • rischio derivante da vibrazioni meccaniche
  • rischio biologico
  • rischio di caduta dall alto
  • rischio infortunistico mediante la sostituzione di trattori agricoli o forestali e di macchine obsoleti
  • rischio infortunistico mediante la sostituzione di macchine non obsolete
  • rischio sismico
  • rischio da lavorazioni in spazi confinati e/o sospetti di inquinamento

 

Il finanziamento, in conto capitale, è nella misura del 65% e con i seguenti limiti:

  • Assi 1, 2, 3, fino al massimo erogabile di 130.000 Euro ed un finanziamento minimo ammissibile pari a 5.000 Euro.
  • Asse 4, fino al massimo erogabile di 50.000 Euro ed un finanziamento minimo ammissibile pari a 2.000Euro.

Lo stanziamento è di 211.226.450 euro  di cui 16.774.324 euro per il VENETO

 

Le tempistiche di apertura e chiusura del periodo di presentazione delle domande saranno rese note entro fine febbraio 2021.