Bando delle Regione Veneto  a favore di imprese e liberi professionisti a sostegno di progetti di innovazione.

Il nuovo bando prevede uno stanziamento di 8.000.000 di euro per il sostegno alla realizzazione di progetti di “innovazione di processo” e di “innovazione dell’organizzazione” da parte di imprese di qualsiasi dimensione e di progetti di “innovazione o trasformazione digitale” da parte dei liberi professionisti, comprese le associazioni professionali e le società tra professionisti disciplinate dalla normativa nazionale vigente. I progetti finanziati avranno una durata massima di 18 mesi.

 

IMPRESE (PMI E GRANDI) con ATECO primario o secondario “C – Attività Manifatturiere”, con almeno 2 bilanci/dichiarazioni dei redditi presentati

Attività ammissibili

Interventi di «innovazione di processo» e/o di «innovazione dell’organizzazione».

Spese ammissibile
  1. Servizi di consulenza per l’innovazione (consulenza esterna) di natura tecnica;
  2. Costi delle conoscenze, delle competenze e dei brevetti acquisiti o ottenuti in licenza da fonti esterne;
  3. Costi di esercizio, relativi ai costi dei materiali, delle forniture e di prodotti analoghi, direttamente imputabili all’intervento d’innovazione e i costi accessori relativi all’ottenimento del finanziamento agevolato;
  4. Investimenti in beni strumentali nuovi, materiali e immateriali, compresi negli elenchi ministeriali relativi a “Industria 4.0”
Contributi ottenibili
Spese Contributo
A, B, C (consulenze, conoscenze, costi di esercizio) PMI: 50% fondo perduto
GRANDI I.: 20% fondo perduto
D (investimenti 4.0) PMI: 50% fondo perduto, 50% finanziamento (25% tasso zero, 25% tasso convenzionato
GRANDI: 20% fondo perduto, 80% finanziamento (40% tasso zero, 40% tasso convenzionato

 

Le spese per investimenti Industria 4.0 devono essere almeno il 50% del totale progetto

Le PMI devono realizzare progetti di importo compreso tra 100.000 euro e 500.000 euro.

Le Grandi Imprese da 500.000 euro a 1.000.0000 euro.

 

PROFESSIONISTI, ASSOCIAZIONI PROFESSIONALI, STUDI ASSOCIATI E STP (I professionisti devono essere iscritti all’ordine o collegio professionale, o aderenti ad associazioni professionali iscritte nell’elenco tenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico)

Attività ammissibili

Interventi di innovazione o trasformazione digitale

Spese ammissibili:
  1. Progettazione, sviluppo e produzione di una nuova architettura telematica funzionale all’innovazione o trasformazione digitale dell’attività professionale;
  2. Costi di esercizio, relativi ai costi dei materiali, delle forniture e di prodotti analoghi, direttamente imputabili all’intervento di innovazione o trasformazione digitale e i costi accessori relativi all’ottenimento del finanziamento agevolato
  3. Investimenti in beni strumentali materiali: acquisto di strumenti e attrezzature nuovi e professionali, per l’innovazione o trasformazione digitale dell’attività professionale.
  4. Investimenti in beni strumentali immateriali: brevetti, software, conoscenze e know how tecnico, funzionali all’innovazione o trasformazione digitale dell’attività professionale;
Contributi ottenibili:
Spese Contributo
A e B (progettazione, costi di esercizio) 50% fondo perduto
C e D (investimenti materiali e immateriali) 50% fondo perduto, 50% finanziamento (25% tasso zero, 25% tasso convenzionato)

Le spese per investimenti materiali e immateriali deve essere almeno il 70% del totale del progetto

I richiedenti devono realizzare progetti di importo compreso tra 30.000 euro e 70.000 euro.

Caratteristiche finanziamento agevolato

Il finanziamento agevolato si compone di due quote paritarie (una quota di provvista pubblica, a tasso zero; una quota di provvista privata, messa a disposizione dai Finanziatori convenzionati con Veneto Sviluppo ad un tasso non superiore al “Tasso Convenzionato”). La durata massima di rimborso è 7 anni comprensivi di eventuale preammortamento.

Presentazione delle domande:

Le imprese possono presentare la domanda dal 19 LUGLIO 2021 ore 10.00 al 26 LUGLIO 2021 ore 17.00

I professionisti dal 5 LUGLIO 2021 ore 10.00 al 12 LUGLIO 2021 ore 17.00.

Il bando non è a sportello ma a graduatoria, la quale verrà stilata in base alla valutazione delle caratteristiche dell’azienda, delle spese previste, delle eventuali collaborazioni con Università e della documentazione fornita.